GEREMIADI

Quello che, fondamentalmente, mi fa incazzare, alle ore 18.55 di questo ultimo sabato di agosto, caldo afoso e appiccicoso, è che non mi sia dato il giusto valore.
Io mi guardo attorno, so che ci sono una serie di persone interessanti, e in questo momento mentre parlo penso ad una in particolare. Io non mi sbaglio mai quando mi rendo conto che una persona è speciale. E farei salti mortali per avere un posto nella sua vita, per farne, perchè non c’è niente di meglio al mondo che condividere esperienze con una persona la cui visione della vita e delle cose è attraente, affascinante e stimolante. Poter vedere le cose con gli occhi delle persone che io ritengo speciali, mi consente di ricevere input ottimali quando si tratta di scrivere, fare foto o dipingere. Soprattutto la prima di queste tre cose che amo fare. Io non resisto. Mi piace stare sola perchè sono finalmente in contatto con me stessa, la dove quando sono con gli altri tendo sempre a confondere i punti di vista e a non riuscire a distaccarli dai miei. Però poi quando mi trovo in compagnia di persone speciali, di persone che hanno da dire, che hanno la sensibilità per poter raccontare le cose in un modo diverso da quello comune, io ricevo delle emozioni particolari. Che mi piacciono e mi fanno felice.

Ma come accidenti è che io non riesco mai ad avere tempo e modo di potermi esprimere, e di poter essere giudicata per ciò che veramente valgo, da quelle stesse persone? Chi sono io? La scema? La puttana? Che altro? Non c’è davvero altro che gli altri riescano a percepire di me? Questo è male, è molto male. Perchè io faccio tutti gli sforzi di questo mondo e tutto ciò che mi resta è un pugno di mosche, di silenzio e di tristezza.
Ho un mondo dentro da inseguire, da vivere. E non riesco a condividerlo con chi dico io!

Vabè tutto inutile, come sempre parole al vento. Tanto chi avrebbe dovuto capire, non ha capito.

E non vale, in questo caso, dire che non era in grado di capire, ecc e altre giustificazioni. No.
E’ colpa mia. Solo che non so cosa fare.

Annunci

2 pensieri su “GEREMIADI

  1. Per quello che vale, io ti vedo. E mi piace tutto di te. Tu mi coinvolgi. Forse per questo ti voglio bene in modo incondizionato. Come si vuole bene a un fratello o al proprio migliore amico. Quello che "guai chi me lo tocca". Sì, lo so, io voglio bene a tanta gente… lo dico spesso e può essere che smetta di sembrare vero ad un certo punto. Ma lo è. Purtroppo le persone speciali sono distratte dalla loro stessa luce. Forse per questo non riescono a vederti. Perchè tu non sei un buco nero, una che prende. Tu sei una che dà, e dà tanto. E col cazzo che ti dirò mai di cambiare.Sei perfetta così. Sei bellissima così. Troverai qualcuno che te lo dirà facendoti arrossire, prima o poi.Qualcuno che ti vedrà come ti vedo io ( e sarà un uomo e ti piacerà da morire).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...